Area Riservata


Accedi
Registrazione
Richiesta informazioni
  • Totale sessioni attive: 136
  • Utenti autenticati: 0
  • Visitatori: 136




Ultimo sondaggio:

Forum:


Monumenti Aperti

Un mare di folla ha visitato la necropoli fenicio punica di Tuvixeddu a Cagliari il 5 e 6 maggio in occasione della XVI edizione di Monumenti aperti, un evento che da 16 anni ottiene un crescente interesse e apprezzamento da parte di tutta la cittadinanza. Merito di una organizzazione che ha saputo credere nella cultura e che costantemente investe tempo e risorse nel migliorare e innovare la propria offerta.

Quest'anno l'edizione è stata arricchita dalla riapertura (dopo 16 anni) della più estesa necropoli fenicio punica del mondo: Tuvixeddu. Come nella prima edizione di Monumenti Aperti l'Istituto Pertini ha contribuito al successo dell'iniziativa curando due siti, in collaborazione con l'Associazione Amici di Sardegna, la Scaladi Ferro e la necropoli di Tuvixeddu. Circa 10.000 persone hanno visitato la necropoli e oltre 3000 persone hanno visitato la scala di ferro (con la splendida esposizione di antichi costumi realizzati dagli allievi dell'Isituto) apprezzando il servizio di accompagnamento e di guida che l'Istituto Pertini, insieme con l'Associazione Amici di Sardegna ha messo a disposizione. Impeccabile anche il servizio offerto dall'Associazione dei Carabinieri e da tutto lo staff di Monumenti aperti che ha positivamente supportato il gravoso carico di lavoro.

“Vogliamo che la necropoli resti aperta tutto l'anno” questo è il messaggio che i cittadini hanno formulato a gran voce, unitamente al desiderio che il parco archeologico venga reso fruibile al più presto con tutti i necessari servizi accessori. Cagliari con questo sito ha una grande opportunità: promuovere la cultura dando occupazione, opportunità di crescita culturale nel rispetto della valorizzazione integrata e funzionale della più importante necropoli fenico punica del mondo. Un invito dunque alla Giunta del Sindaco Zedda affinché faccia presto e bene il suo dovere e dia al capoluogo della regione sarda la possibilità realizzare il tanto annunciato e positivo salto di qualità che la città invoca da anni e che merita. Cagliari infatti più che di inquinanti industrie o di spasmodica cementificazione del territorio ha necessità di valorizzare la più grande risorsa che possiede: la cultura.

Paradossalmente si potrebbe affermare che Tuvixeddu insieme alla laguna di Santa Gilla rappresentano il vero tesoro di Cagliari... e quindi: W Monumenti aperti tutti i giorni!